Miglio | Manifesti e immaginari sensibili

Miglio | Manifesti e immaginari sensibili
Miglio - Manifesti e immaginari sensibili
Un esordio molto convincente per Miglio che, in bilico fra cantautorato e pop, mette in mostra tutte le sue qualità.

di Luca Cameli

++++ +

Dopo aver rilasciato un paio di singoli lo scorso anno, Miglio, Alessia Zappamiglio all’anagrafe, si presenta con il suo primo lavoro in studio per Matilde Dischi, distribuito da Artist First.

Manifesti e immaginari sensibili, questo il titolo del primo EP della cantautrice bresciana, è ricco di richiami agli anni ‘80. A differenza della maggior parte dei lavori italiani degli ultimi anni, ne riprende le tinte più cupe creando una sorta di pop melanconico che si fa apprezzare fin dal primo ascolto.

Attraverso i sei pezzi che compongono questo lavoro, l’autrice dipinge scenari di vita vissuta incastonati in luoghi che sembrano reali, e al tempo stesso immaginari, come l’interlocutore a cui si rivolge. È questa doppia chiave di lettura a rendere l’ascoltatore molto partecipe, trascinandolo in una sorta di non-luogo in cui tutto sembra familiare.

Davvero ottima la produzione di Marco Bertoni che ha contribuito a creare un bell’equilibrio fra cantautorato, pop ed elettronica, nonostante il sound minimale.
Ma il vero punto di forza di questo EP risiede nella scrittura di Miglio, cruda e non certo scontata, attraverso la quale si percepiscono le difficoltà di racchiudere la vita in una manciata di canzoni e anche una certa dose di coraggio nella composizione.

Così, partendo da Autostrada, si arriva a pensare all’India, mentre ci si trova a Bologna (India), per finire a ballare in Giardini Pubblici, sempre spinti dall’esigenza di mettere ordine nella propria vita con lo scopo di creare un’unica, nitida, immagine.

Brano migliore: Giardini Pubblici
Ascolta su Spotify

Tracklist
autostrade
india
con la tua saliva
giardini Pubblici
manfesto
baby baby balla balla


foto copertina di Martina Platone

manifesti e immaginari sensibili è il disco d’esordio di MIGLIO per Matilde Dischi
distribuito da Artist First - publishing Edizioni Curci


Ti è piaciuto questo articolo? Dacci una mano! Il tuo aiuto ci consente di mantenere le spese di questa piattaforma e continuare a diffondere l'arte.
L'associazione si sostiene senza pubblicità ma soltanto con le tessere associative e l'impegno dei soci.
I Link verso i canali di vendita sono inseriti al solo scopo di agevolare gli utenti all'acquisto.
Sottoscrivi la tessera associativa con una piccola donazione su PAYPAL
Oppure puoi offrirci un caffè.

 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
Privacy Policy