Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Approvo

Caveleon | Sometimes I'm Still

Caveleon | Sometimes I'm Still

Secondo EP per i Caveleon, che dimostrano grande consapevolezza dei propri mezzi, con tre brani di rara eleganza

di Luca Cameli

++++ +

Sometimes I'm Still è il secondo EP dei Caveleon e la parte centrale di una trilogia che andrà a comporre il loro primo album (trovate i dettagli sul loro primo singolo qui).

La band, composta da Leo Einaudi, Giulia Vallisari, Federico Cerati e Agostino Ghetti, in questo secondo capitolo affronta il tema della necessità di dare un significato alle proprie azioni e alle proprie scelte, cercando di esorcizzare un clima di incertezza interiore che può essere anche liberatorio.

Il sound è ancorato a sonorità folk moderne arricchite da una parte elettronica minimale ma molto efficace, e questo mix dà all'ascoltatore la sensazione di muoversi attraverso territori sconosciuti, ma confortevoli al tempo stesso.

Il tutto è sottolineato dal riuscitissimo contrasto tra le voci di Leo e Giulia: profonda e avvolgente la prima, eterea e cristallina la seconda.

Feels Like, primo brando di questo EP, racchiude perfettamente il tema affrontato in questo capitolo. Caratterizzato da un sound davvero internazionale, il brano ruota attorno al suono sporco di chitarra, mentre viene ripetuta in maniera quasi ossessiva, come fosse un mantra, la frase'Cause all I'm asking is what it feels like?

Tell Me è la ricerca di comprensione fra due anime, magari presenti all'interno della stessa persona. Il brano è arricchito da una parte centrale in chiave rap, ben riuscita che rende il brano molto incisivo.

I'm Still chiude l'EP con un semplice piano che accompagna la splendida voce di Giulia che ripete il titolo del brano, e nulla più, creando una tensione ben riuscita che chiaramente lancia il prossimo capitolo.

Ora non ci resta che aspettare l'ultimo capitolo, per poi mettere insieme il tutto, goderci l'album nella sua completezza e vedere quale sarà il risultato finale di questo concept tanto ambizioso quanto interessante.

Artwork: Sofia Paravicini

Brano migliore: Feels Like

Contatti
Facebook
Instagram
Spotify


Ti è piaciuto questo articolo? Dacci una mano! Il tuo aiuto ci consente di mantenere le spese di questa piattaforma e continuare a diffondere l'arte. Sottoscrivi la tessera associativa con una piccola donazione su PAYPAL

 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS