Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Approvo

#crunch44 | Novilunium Eyes

#crunch44 | Novilunium Eyes

"You make mistakes, mistakes don't make you." Maxwell Maltz 

In astronomia il novilunio è la fase in cui la Luna, trovandosi in congiunzione con il Sole, rivolge alla Terra la sua faccia non illuminata e il suo emisfero risulta quindi a noi non visibile.
In magia, invece, il novilunio assume tinte più scure e simboliche. La luna nuova, infatti, è insieme abbandono e rinascita, il termine di un ciclo buio e un nuovo inizio. Il novilunio ha in sè un mondo sommerso che sta per esplodere e che, anche se non riusciamo a vederlo, non vuol dire che non esista.

Per il quadrato di oggi mordiamo l'arte di Novilunium Eyes, illustratrice bergamasca dalla potenza di un rito magico e dalla bellezza inspiegabile di un mondo sommerso curato di nascosto.

L'abbiamo intercettata tra un incantesimo e un altro e ne abbiamo approfittato per farle qualche domanda:

Ciao e benvenuta tra i morsi quadrati! Noi di CrunchEd siamo molto affamati di nuove storie  e ci piacerebbe conoscere la tua. Da dove viene il tuo nome  d’arte, Novilunium eyes? Quando hai cominciato a disegnare e cosa ti ha spinto a farlo? 
"Novilunium Eyes" nasce un po' dal caso e un po' dal fatto che volessi identificarmi con un chiaro riferimento simbolista.
Novilunium è una parola latina e significa semplicemente novilunio (luna nuova), è la fase in cui la luna si trova in congiunzione con il sole e ciò che viene percepito dalla terra è una luna nera, nascosta...ho scelto questa parola perchè va a simboleggiare il lato dark che traspare nelle tematiche delle mie creazioni e nel mio stile.
Eyes (occhi in inglese) è la parte del corpo umano che prediligo, è la prima cosa che osservo in un'altra persona e negli occhi mi piace scorgere particolari sfumature e dettagli come le pagliuzze brillanti nell'iride. Nei miei disegni gli occhi hanno un connotato magico. Tradizionalmente l'occhio è associato alla luce ma io lavoro più sul concetto di "vista interiore" che consente una conoscenza più profonda, la vista capace di cogliere più elementi della categoria del visibile.
Novilunium Eyes nasce circa un anno e mezzo fa anche se disegno da sempre, da che ho memoria. Mi hanno sempre detto che è intrinseco, ci sono nata. Un mio primo ricordo però è di un pomeriggio d'estate (classico) in montagna, mio cugino Emi disegnava e io facevo lo stesso...è sempre stato il mio modello, disegna molto bene e lo ammiro molto.

C’è un autore in particolare che ha illuminato o illumina le tue opere? In altre parole, c’è un gruppo musicale, un artista, uno scrittore che ti stimola a mordere la vita? 
Penso di aver avuto molte influenze sia familiari, scolastiche sia ovviamente influenze date dai gusti personali ma non posso individuare un artista principe a cui mi ispiro...il mio cervello è come un orgia di vari colori, musiche, forme ci puoi trovare dal fiore indifeso alla montagna. 

Domanda irrinunciabile per il palato di CrunchEd: qual è il tuo rapporto con la musica e quali vie sceglie per farsi strada fino ai tuoi disegni? 
La musica ha sempre fatto parte della mia vita. Ho provato anche ad imparare a suonare la chitarra ma ho capito che non è il mio mezzo di espressione (peccato perché sono affascinata dalla musica e dai musicisti perchè è una cosa che non so fare). Quindi da sempre accompagna la mia vita in diverso modo, a "periodi". Ci sono momenti  (possono anche essere mesi!) dove ascolto solo una tipologia e altri in cui ascolto di tutto un po'. Sicuramente ciò che ascolto si riflette sui miei disegni perché la scelta musicale dipende dal mio umore ma non ho mai messo riferimenti legati ad una canzone in particolare in ciò che disegno (è in programma).

I tuoi lavori urlano un grande amore per l’illustrazione in tutte le sue tecniche, dal disegno a matita alla grafica digitale passando per l’acquerello, anche se la maggior parte dei tuoi lavori è in bianco e nero. Qual è lo stile che preferisci e che pensi ti rappresenti meglio? Con che strumenti lavori di solito?
Ciò che preferisco usare sono sicuramente il pennello e l'inchiostro, è probabilmente l'unica costante dei miei disegni (a parte ovviamente gli schizzi a matita), è irrinunciabile, completa e ormai è una forma di meditazione.

I tuoi lavori sembrano usciti da uno sketchbook di sogni e incubi illustrati, da un libro di esoterismo. Spesso nei tuoi disegni ricorrono dei simboli legati al mondo dei morti, dei sogni e del misticismo. Quanto trai ispirazione dai sogni e quanto dalla realtà? Ti capita di sognare un’immagine, un personaggio che poi riporterai su carta, o avviene di più il contrario? Quanto conta per te la spiritualità nel tuo approccio al disegno?
Mi capita anche di sognare ad occhi aperti. quando mi è stata proposta questa collaborazione, scorrendo le frasi, mi ha colpito una in particolare ma è come se fosse stata una visione. Bam! Poi è sparita e da quel momento sta alla parte razionale  riuscire a trasportarla sul foglio, non sempre è un percorso facile e immediato.
Partendo dal presupposto che disegnare è sempre stata una vera e propria "lingua" che utilizzavo per esprimermi agli altri, nel tempo è cresciuta con me tramutandosi in un simbolismo più maturo, celato talvolta, ricercato, comprensibile o incomprensibile che sia. Quindi non tanto una spiritualità ma più una ricerca profonda. Meditazione legata al gesto come dicevo prima.

Un classicone: Progetti futuri? A cos’altro stai lavorando?
Adesso mi cimenterò nella realizzazione di un mazzo di tarocchi che non poteva mancare nel mio turbinio di simboli. Per ora sono nel fase di ricerca...ciò significa...schizzi a caso su fogli a caso!

Grazie mille Novilunium! A presto!
Potete mordere i lavori di Novilunium Eyes qui:
Facebook
Designbyhumans

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS