Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Approvo

Manuale per ragazze di successo - Paolo Cognetti

Manuale per ragazze di successo - Paolo Cognetti
Manuale per ragazze di successo - Paolo Cognetti

+++++

Chi sono le "ragazze di successo"? Sono donne che si sono fatte da sé, che hanno scavalcato i più forti maschi per affermarsi in ambito professionale, che hanno sognato, desiderato, voluto fortemente qualcosa per poi prendersela usando il potere della determinazione e dello studio? No. O meglio, anche.  

Questa è solo una parte, la più rosea, di esse. Quella a cui ambiscono tutti, maschi e femmine, quella che vediamo dipinta nei film, che immaginiamo diventerà nostra un giorno o l'altro, se credetemi di più in noi stessi, se chiuderemo con i vizi, se smetteremo di procrastinare, se lasceremo al passato il lato più infantile e cazzaro di noi. Ed è vero, ma non sempre. Perché la vita a volte ci si mette contro senza una reale motivazione e noi possiamo solo stare a guardare qualcosa di più grande accadere, forse lottare per un po' contro i mulini a vento del destino, infine abbandonarci al flusso della corrente che ci sospingerà a suo piacimento. È proprio qui che si vedono le ragazze di successo. Esse sono state demoralizzate, sconvolte, umiliate dal destino, eppure resistono in ogni modo affermando il loro essere al mondo, affermando che sono vive per quanto cronicamente sconfitte. Queste donne le incontri per strada e te ne innamori quasi per caso, attirato da delle lunghe dita affusolate e un paio di jeans alla maschiaccio, senza immaginare quali mostri incontrerai sul tuo percorso, cose che a te sembreranno insormontabili ma che loro affronteranno soltanto con una smorfia in più. Non è facile star dietro a delle donne così, certo potresti mollare, o loro potrebbero mollare te senza troppe spiegazioni, per il tuo bene o per puro egoismo non si sa. Eppure sarai comunque percorso da brividi al ricordo, da una strana amara nostalgia di quelle cose finite male che però avresti voluto vedere continuare solo per il gusto di scoprire se sarebbe andata come immaginavo, se solo non vi foste urlati in faccia le cose peggiori, se solo non ti avesse abbandonato, se solo non avessi smesso di provare ad aiutarla... 

Cognetti di donne così deve averne conosciute tante, o forse possiede uno spiccato lato femminile per riuscire ad entrare così bene nella loro psicologia. Dopo essermi innamorata di Sofia con le sue complessità e le sue lotte, non potevo non ricascarci.

 La scrittura di Cognetti è semplice, chiara, priva di fronzoli, come anche la vita che racconta, raramente dolcificata. Dopo la lettura di questi racconti, dopo le riflessioni sulle sue incredibili doti narrative e quel vago sorriso sornione di quando si termina un bel libro (ti saresti anche una pacca sulla spalla a volte, "ottima scelta") resta in fondo alla testa un granellino amaro che si farà sentire prima o poi, a distanza di ore o di giorni, e che ti porta a pensare inevitabilmente al libro, qualcosa che ti resta dentro e ti porta a chiederti "perché?" e poi ancora "perché mi tocca così da vicino, questa bomba emotiva fatta di carta che si chiama letteratura?".

Quando la domanda è questa, è senz'altro il libro giusto. 

 Così, ecco cosa ho imparato quell'anno, mentre pagavo il mio tributo di uomo nel nome di una donna: dietro le apparenze, un tossico e un innamorato sono uguali. Ognuno dei due ha conosciuto il desiderio e l'estasi, la privazione e di nuovo il desiderio. Ognuno ha la sua massima preferita, la sua bugia preferita e la sua paranoia preferita. C'è il cinico, il malinconico, l'esaltato e il depresso, l'idealista e il nichilista, ma questo non importa, quello che conta è che tutti, tossici e innamorati indistintamente, hanno l'equilibrio emotivo di un bambino di quattro anni. Sono felici se c'è il sole, piangono per un fiore appassito e ti si affezionano come a un fratello se solo li ascolti, gli offri una sigaretta, o fai finta che siano proprio come te. Amplificano le emozioni, ed è per questo che ti insegnano a stare attento con loro: perché li puoi ferire. 

Manuale per ragazze di successo
Autore
: Paolo Cognetti
Casa editrice: Minimum Fax
Anno di pubblicazione: 2004
Prezzo di copertina: 14
Compra su Amazon
Pagine: 126

© Christina Bassi

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS