Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Approvo

Purity - Jonathan Franzen

Purity - Jonathan Franzen

++++

Non sono una particolare ammiratrice di Jonathan Franzen, almeno non ancora; lo tengo d'occhio ma non mi ha del tutto conquistata. Lo avevo incontrato col saggio "Più lontano ancora" ma un saggio, si sa, nulla ha a che spartire col romanzo.
Il romanzo non fa sconti: deve appassionare ma fluendo, non indulgere troppo sui vari elementi della narrazione, sugli episodi, i personaggi, non saltare passaggi narrativi e soddisfare la curiosità del lettore senza tediarlo mai col superfluo.

Franzen riesce quasi sempre a rispettare queste regole ma "Purity", nonostante l'acclamazione della critica, non lo incenserei come un capolavoro. Quello che traspare dalla narrazione è l'indiscutibile passione che anima l'autore; "Purity" trasuda talento, tentativo di scandaglio, descrizione, analisi, trasmissione: l'intento è nobile, il risultato non del tutto convincente ma ammirevole.
Purity è il nome della protagonista ma la purezza è anche ciò che ogni personaggio del romanzo ricerca nella propria esperienza di vita, nell'arte, in un progetto ambizioso, nel ripudio della ricchezza, in un naufragio di sentimenti e felicità, dove si mischiano risentimento e compassione, desiderio e delitto e la famiglia è al tempo stesso prigione e salvezza.
Purity ha poco più di vent'anni, una mamma fragile e tanti problemi economici; vive in una casa occupata, intreccia relazioni fallimentari, subisce il fascino di uomini molto più maturi: trovare suo padre, mai conosciuto, potrebbe provvidenzialmente aiutarla a risollevarsi economicamente e placare quell'irrequietezza che sembra portarsi dentro come unica eredità. Disposta a tutto pur di trovarlo entra in contatto con un ambizioso leaker ed il suo progetto di spionaggio mediatico, finendo col coinvolgere e coinvolgersi in trame sempre più cupe, intrecci familiari, delitti e segreti.

Fornire troppi dettagli sulla trama potrebbe togliere un po' di suspense a questo libro che è un po' thriller, un po' romanzo di formazione; tanti gli argomenti coi quali confrontarsi: il denaro, il potere, l'amore, le aspettative, gli ideali. Il lettore, giunto all'ultima riga, si troverà a sua volta a domandarsi "Chi o cosa sto sacrificando alla mia felicità? A cosa ho rinunciato?".
E che la risposta vi sia lieve.

Titolo: Purity
Autore: Jonathan Franzen
Casa Editrice: Einaudi
Collana: Supercoralli
Pagine: 656 pp.
Uscita: 2016
Prezzo: 22 EUR

© Erika Casciello

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS