Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Approvo

La bambina invisibile | Alessia Nobile

La bambina invisibile | Alessia Nobile

Nobile è vincere la paura e avere il coraggio di essere e raccontarsi
Ce ne parla Chiara Bianchi

++ +++

«E a ben guardare, preferisco l’indifferenza al giudizio».

Alessia è una donna, una donna transgender. Aveva dentro di sé una bambina invisibile e grazie al suo coraggio è riuscita a darle protezione, crescerla e farla sbocciare.
Alessia Nobile in La bambina invisibile, edito da Castelvecchi editore, ha raccontato la sua vita: i suoi momenti oscuri, quelli rivelatori, la delusione e la solitudine, di come si attraversa il dolore, la consapevolezza e di come ha abbracciato la scelta di essere quel che sapeva essere.
Alessia nasce bambino nella provincia pugliese, cresce e capisce subito quanto faticoso sia rappresentarsi e mostrarsi per quello che si è. I primi ostacoli li trova in famiglia: un po’ per assodate credenze per cui il maschio di casa ha delle prescritte funzioni e modalità di crescita, un po’ per la sua introspettiva scelta di non permettere al suo sentirsi femmina, come il cuore le diceva, di emergere e di liberarsi.
Alessia cresce cattolica, si appassiona alla fede e trova in essa, nel corso della sua intera vita vissuta, un porto sicuro in cui approdare. La sua infanzia e la sua adolescenza – per quanto periodi difficili per ogni essere umano – la mettono a dura prova. Vive in stato confusionale: ciò che prova non corrisponde a ciò che gli altri vedono, credono, vogliono da lei.
La sua immagine non corrisponde a ciò che è la sua essenza. Cerca conforto nelle amicizie, ma nulla può allontanarla dalla realtà: un corpo da abitare in cui non si riconosce, un cuore e una mente pronte a tutto pur di sentirsi libere – una consapevolezza acquisita con il tempo e intrisa di dubbi e sofferenza.
Alessia incontra una serie di ostacoli che racconta con spontaneità e col piglio narrativo tipico dei racconti del sud nei quali non c’è dettaglio che possa essere omesso.

La forza di questo libro sta nel suo farsi testimonianza. Le donne transgender vivono un’esistenza determinata alla loro realizzazione e al loro riconoscimento. Tortuosa è la via chirurgica per giungere all’accettazione del corpo abitato, complicata la gestione degli sguardi, dei commenti, delle cattiverie e dei pregiudizi, senza fine la battaglia per il diritto alla propria identità ai fini legali, la ricerca impossibile di un lavoro.
Però, qualcosa nei quarant’anni di storia raccontati da Alessia, oltre ai soprusi, le offese, i rimandi, lega il filo della speranza a persone care, città aperte, alla Fede e al coraggio di essere.
La vita di Alessia fa largo alla riflessione sull’identità transgender, e con sensibilità e acuto ottimismo accende un faro sull’ignoranza e il pregiudizio.

«È questo il bello di questa mia vita “disordinata” come la definiscono in tanti, “movimentata” come la definiscono io: incontrare, conoscere, ascoltare, imparare, consigliare».




Titolo: La bambina invisibile
Autore: Alessia Nobile
Edizioni: Castelvecchi Editore
Pagine: 135
Uscita: 3 febbraio 2022
Compra sul sito dell'editore


Ti è piaciuto questo articolo? Dacci una mano! Il tuo aiuto ci consente di mantenere le spese di questa piattaforma e continuare a diffondere l'arte.
L'associazione si sostiene senza pubblicità ma soltanto con le tessere associative e l'impegno dei soci.
I Link verso i canali di vendita sono inseriti al solo scopo di agevolare gli utenti all'acquisto.
Sottoscrivi la tessera associativa con una piccola donazione su PAYPAL
Oppure puoi offrirci un caffè.

 

 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS