Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Approvo

24/7 | Nova

24/7 | Nova

++++ +

Torna Nova con 24/7
Un'esplosione di colori psichedelici, vecchie mutanti e il manifesto di una generazione mediocre.

di Giulia Cristofori

 

La prima cosa da dire è che nelle prossime righe verrà fatta una rivelazione per la quale non so se siate pronti. 
Io vi avviso e lo faccio subito: se non lo siete, allontanatevi da questa pagina.
Le vecchie di paese sono dei mutanti.

Io ve l’ho detto. Anzi no, ce l’ha detto Nova in 24/7, la sua nuova graphic novel edita da Bao Publishing e per la quale, ammetto, c’era un hype fortissimo.
Sì, perchè Stelle o sparo mi era piaciuto un bel po’ (ne ho parlato qua).
24/7 è un ritorno totalmente diverso: Nova lascia il bianco e nero per un'esplosione di colori psichedelici.
La trama recita così:

Dante inizia a lavorare in un discount alimentare proprio quando un camion di liquami tossici si ribalta su un campo di pomodori, che finiranno proprio sugli scaffali del discount. Mutazioni aberranti a chilometro zero!

Quando il personale del turno di sera si ritrova chiuso nel supermercato con un gruppo di clienti che stanno rapidamente diventando mostri famelici, non fanno a tempo a rendersi conto che la situazione è una metafora spaventosamente accurata della società occidentale moderna, ma voi lo capirete subito. In un gioco di incastri narrativi ingegnosi e velocissimi, Nova ci regala una storia in cui il raccapriccio è l’effetto collaterale della presa di coscienza, e dallo squallore emerge una tenerezza tanto incongrua quanto salvifica.

Nova ci racconta di una generazione senza sogni, dove il lavoro fisso e lo sfruttamento sono l’ambizione più alta. Lo fa in modo grottesco, ispirandosi ai grandi classici horror splatter (in particolare ai film di George A. Romero).

Tutto avviene in una notte e non c’è un vero e proprio protagonista: ogni personaggio rappresenta un pezzo di un grande puzzle di personalità che riempie la scena. Sono infatti i rapporti fra i vari personaggi a essere i veri protagonisti.

Tutto si svolge all’interno di un supermercato per dare un retrogusto vintage e tenere il focus sempre puntato sul consumismo che, anche in una situazione di emergenza, continua a restare protagonista indiscusso. Sono rappresentati, infatti, sempre in primo piano svariati oggetti con il loro prezzo a rimarcare quanto sia insignificante la loro esistenza in un momento così grave.

Dante, personaggio la cui mediocrità è in contrapposizione con il nome altisonante, si farà paladino di questa delirante avventura nonostante il suo basso profilo.
Finirà comunque malissimo? La risposta è dentro di voi, la sapete già perché la vita è così, non è uno spoiler. 
L’importante è essere consapevoli delle proprie scelte.

Fa ridere ma fa anche riflettere. Da leggere, possibilmente da sobri perché già solo le immagini potrebbero creare qualche alterazione visiva da colori psichedelici.

 E quindi “andatevene affanculo. Anzi, come si dice: arrivederci e grazie”. 

Compra sul sito dell'editore (anche con dedica)

Autori: Nova
Colore o B/N: Colore
Data di pubblicazione: 23/09/2021
Disponibile in digitale: Sì
Formato e rilegatura: Brossurato 16 x 24
Genere: Distopia unica via
Pagine: 160


Ti è piaciuto questo articolo? Dacci una mano! Il tuo aiuto ci consente di mantenere le spese di questa piattaforma e continuare a diffondere l'arte.
L'associazione si sostiene senza pubblicità ma soltanto con le tessere associative e l'impegno dei soci.
I Link verso i canali di vendita sono inseriti al solo scopo di agevolare gli utenti all'acquistoSottoscrivi la tessera associativa con una piccola donazione su PAYPAL

 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS