Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Approvo

Mentale Strumentale | Subsonica

Mentale Strumentale | Subsonica

Subsonica, Mentale Strumentale
La band torinese ci sorprende con un album che arriva dal passato. O forse no.

Un album dalla duplice chiave di lettura, questo è Mentale Strumentale de i Subsonica.

++++ +

Un lavoro nato 16 anni fa, e rimasto in qualche cassetto, nascosto con cura, in una sorta di criogenia discografica, che i ragazzi di Torino, arrivati al successo a colpi di pop, volevano usare per rompere gli schemi (ed un contratto) e dimostrare una consapevolezza nei propri mezzi fuori dal comune.

Oggi, in un presente quanto mai sorprendete, questo lavoro vede la luce e, uscendo da quel cassetto, si dimostra quanto mai attuale, perfetto per sopravvivere a questo tempo denso, che sembra non passare mai.

Un vero viaggio, fatto di sperimentazioni, scenari fantascientifici, suggestioni cinematografiche.

Dal “Decollo”, fino al “Rientro in Atmosfera, si resta imbrigliati nell’anima più profonda e nascosta della band di Casacci & Co. , rimanendo sempre ben distanti dalla forma canzone che da sempre ci viene propinata. 

Bisogna essere chiari: non è un album semplice, ha bisogno di calma per essere metabolizzato e chi ama i Subsonica per i loro pezzi più noti (ma chi non li ama???) potrebbe rimanerne spiazzato. Ma chi ha avuto la fortuna di vivere la crescita di questa band, e con loro crescere, ci troverà richiami ancestrali; torneranno alla mente ascolti, concerti, ricordi di serate nei club che sembravano lontanissimi. 

Un album che dimostra come la band torinese, oggi, riesce a manipolare il tempo e lo spazio senza perdere mai la propria identità. Ma se lo posizioniamo dopo “Amorematico”, lo stesso lavoro assume una dimensione diversa; saremmo rimasti sorpresi da questa divagazione spaziale, magari qualcuno li avrebbe tacciati di presunzione. Ma a pensarci bene, tutti i fuoriclasse lo sono.

Come sarebbe andata non lo sapremo mai perché, a volte, le cose vanno semplicemente come devono andare ed ognuno può farsi il proprio viaggio Mentale (Strumentale).

Brani Migliori: A nord di ogni lontananza, A di Addio 

© Luca Cameli

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS