Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Approvo

Ingrossare le schiere celesti - Franck Bouysse

Ingrossare le schiere celesti - Franck Bouysse

+++++

Com’è possibile non farsi catturare da un titolo tanto insolito?
So che può essere molto fastidioso cominciare una recensione con una domanda, ma il motivo per il quale ho scelto di leggere questo libro è stato proprio per l’interrogativo che mi ha spaccato il cranio appena ho posato gli occhi sulla copertina: ma che cosa vorrà dire Ingrossare le schiere celesti?
Non sono solita cercare su internet commenti, recensioni o altro. A volte credo sia sacrosanto lasciarsi trasportare dall’idea che ci siamo fatti leggendo solo il titolo, alcune righe del primo capitolo o scrutando ogni dettaglio della copertina - Neri Pozza in quanto a copertine è una vera garanzia.
E così ho chiamato la mia libreria di fiducia e ho ordinato questo romanzo firmato Franck Bouysse.

Strano anche per me abbandonare le mie amatissime terre americane per gettarmi nelle umide e nevose terre francesi di Les Doges, il paesino di montagna che fa da sfondo alla misteriosa vicenda di questo romanzo. Ma avevo voglia di cambiare “aria” e pagine da leggere.

Ho preso così un volo di carta e mi sono trasferita nella fattoria di Gus, il protagonista cinquant’enne che, assieme al suo fedele cane Mars, trascorre le sue giornate allevando mucche, sparando ai tordi nel bosco ed evitando di entrare in contatto con altri esseri umani. I pochi vizi che si concede sono quattro chiacchiere col vicino di casa Abel, le sue sigarette Gitanes e un bicchiere di vino rosso dove annegare oscuri segreti.
E sono proprio questi segreti a minare, di punto in bianco, il rapporto con Abel.  
Il suo vicino nasconde qualcosa e Gus non è nato ieri per capire che il suo atteggiamento è cambiato.
Ma che cosa?

Prima delle grida, poi delle tracce di sangue sulla neve.

Un romanzo dalla trama torbida che in un alcuni punti mi ha ricordato la durezza dei romanzi di Zola.
L’atmosfera è cupa, grigia, fredda. Non c’è spazio per la poesia, solo per una cruda nostalgia e un’amara verità che sembra non voler venire a galla fino alla fine del romanzo. Due vite apparentemente lontane che per uno scherzo del destino – e non solo – sono costrette a mescolarsi, tra diffidenza e paure.
Un romanzo ben scritto che pur non eccedendo in suspense tiene il lettore incollato alle pagine.
Amaro e con pochi fronzoli.
Una piacevolissima scoperta della narrativa francese.
Ho il timore che non riuscirò a girare in un bosco senza guardarmi alle spalle per diverso tempo ma, a parte questo, ne consiglio vivamente la lettura.

Ah, per la cronaca. Dovrete arrivare fino all’ultima pagina per comprendere il vero significato del titolo. Sono certa che ci arriverete anche in fretta.

Buona avventura in terra francese!

Titolo: Ingrossare le schiere celesti
Autore: Franck Bouysse
Casa editrice: Neri Pozza
Pagine: 176
Acquista su: Amazon

© Mara Munerati

 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS