Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Approvo

Andrea Ascolese | Poesie

Andrea Ascolese | Poesie

Andrea Ascolese, Poesie

+++ ++

Cos'è la poesia?
Se parliamo dal punto di vista tecnico, la definizione è articolata ma semplice:  

"L'espressione metaforica di contenuti umani in corrispondenza di peculiari schemi ritmici e stilistici, tradizionalmente contrapposta a prosa".

Ecco qua: schemi ritmici e stilistici.
A me gli schemi non sono mai piaciuti se non come esercizi di tecnica.
Più interessante è scovare, cercare la definizione emotiva di poesia e per dirla tutta, io devo ancora trovarla.
Ad ogni modo, fare poesia, che segua uno stile, una tecnica o altro, è giocare con le parole. E a volte, quando queste parole si combinano, la loro lettura o il loro ascolto creano un'emozione, una musica.


Andrea Ascolese
, attore, autore, cantautore, insegnante di recitazione e molto altro, si è tuffato anche nella poesia, e come dice Gianluca Morozzi nella prefazione, "non c’è nulla di così eroico quanto il cimentarsi nel mare accidentato della poesia".

La raccolta, edita da I Quaderni del Battello Ebbro, racchiude poesie brevi, scritte in 20 anni di viaggi randagi come attore.

Da buon cantautore, Andrea con le parole ci gioca, le scompone, ricerca nuovi suoni. In Tessa pare di sentire una milonga suonata da Paolo Conte:

Mama Tessa
...Uaccalaccascivavumpam
vortice asimmetrico di tamburi,
penne di codirosso e corvo,
(mi) trafiggono
(come) lastricate orme di conoscenza,
UACCALACCASCIVAVUMPAM!
Raccolto terreno racconto
di una frammentata rotta del vento:
ecce homo.

In altre ci toglie i suoni e lascia che siano i silenzi e i profumi a fare musica: 

Maschera nuda 
Essenze profumate,
incantevoli drappeggi animati,
alambicchi malinconici avvolti dai portici.
Adoro i cali d’intonaco:
c’era molta buona musica
dentro di lei.

A differenza della prosa, la poesia può non avere trama ed essere lo stesso apprezzata, anche per quello che non dice. La poesia sta tutta lì, nei suoni che riesce a evocare, in quelli che riesce a trattenere, nel ritmo e pure nel fastidio che certe combinazioni possono provocare.

Ma in fondo, la poesia non dovrebbe nemmeno essere pronunciata: va piluccata come un grappolo d’uva.

Delle attività di Andrea Ascolese, attore cantautore e autore, potrete fare la conoscenza su
Vimeo
YouTube

http://www.progettidadaumpa.it/Ascolese.htm
YouTube

Qui invece, Andrea ci parla del suo libro e della poesia:
Webbol.it
Soundcloud



© Paolo Perlini 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS