Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Approvo

La Giusta Mezura | Flavia Biondi

La Giusta Mezura | Flavia Biondi

+++++ e lode

Come ci si innamora di un libro?
Per quanto mi riguarda sono sufficienti una bella copertina e una quarta accattivante.
"La Giusta Mezura" di Flavia Biondi mi aveva conquistata già dal titolo, dai colori, dallo stile. Ho aspettato parecchio prima di leggerlo perché avevo paura, il libro esprime emotività solo a stringerlo in mano.
Emozioni a parte, di cosa parla "La Giusta Mezura"?
Il retro di copertina recita: "Storia: una parola che rappresenta gli avvenimenti assolutamente reali del passato e allo stesso tempo un racconto. Qualcosa di esclusivamente immaginario. Ma significa anche avere una relazione."

Un libro sulle relazioni, un libro che parla dell'amore tra due persone, ma anche della vita di ognuna di loro.

Mia e Manuel hanno 29 anni, vivono insieme con altri coinquilini a Bologna e si alternano in lavori saltuari per mantenersi e realizzare i propri sogni.
Manuel, con i piedi per terra, vorrebbe vivere da solo con Mia e costruirsi una vita "da adulto". Tra i due è Mia quella che ha bisogno dei cerotti dopo l'ennesimo fallimento lavorativo, la tristezza dei “quasi 30”, le pressioni di Manuel, il non saper cosa fare della propria vita, il voler rimanere ancora ventenne per non pensarci, ma allo stesso tempo anelare a una vita felice con il suo compagno.

Mia e Manuel siamo tutti noi e credo sia questo che rende "La Giusta Mezura" un libro tanto bello quanto straziante.
Gli argomenti sono quelli più comuni: problemi di coppia, lavorativi, paura del futuro.
Si parla di una gioventù che vuole scottarsi, vuole bruciare ma non sa come: persa e senza punti di riferimento né le passioni travolgenti degli anni universitari.

La «giusta mezura» è la via di mezzo, il diventare adulti senza dover abbandonare i sogni di ragazzi, le relazioni che ci hanno fatto crescere ma con la maturità che ne consegue e i cambiamenti, soprattutto.
È sbagliare, perdonare, sorridere, appassionarsi, volersi bene.
Non come prima, mai come all'inizio ma come adesso perché tutto diventa diverso crescendo, col passare del tempo, e non è una cosa negativa, sono solo sensazioni diverse che vanno maturando con noi.

Enorme nota di pregio lo stile inconfondibile di Flavia Biondi che, in questo lavoro, sperimenta l’uso del blu come colore dominante delle sue tavole, dopo averci abituato ad un intenso bianco e nero (ad esclusione del suo racconto breve presente nell’antologia di Attaccappani Press, Melagrana che è a colori).
Il blu non è solo protagonista all’interno del volume, ma è anche il colore usato per la pregiata copertina telata che rende questo libro prezioso anche nella sua fattura.

È un libro da leggere a qualsiasi età, ma soprattutto da chi, nel suo percorso verso i trent'anni, arde ancora e non vuole spegnersi.

La giusta mezura
Editore: Bao Publishing (2 novembre 2017)
Pagine: 158
Lingua: Italiano
Compra su: Amazon

Chi è Flavia Biondi?
Flavia Biondi nasce a Castelfiorentino (FI) nel 1988. Si laurea presso l'Accademia di Belle Arti di Fumetto e Illustrazione. Fonda, assieme a sette colleghi “accademici”, l'etichetta Manticora Autoproduzioni con cui collabora alla realizzazione di numerose antologie. Per Bao Publishing ha inoltre pubblicato nel 2015 la graphic novel La Generazione. 

(c) Elisabetta Marini in collaborazione con Gemma Rubboli

 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS