Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Approvo

Adam Green

Adam Green

++++

Adam Green, l'artista newyorkese adorabilmente folle e totalmente fuori dall'ordinario, è finalmente tornato in Italia per due bellissime date (al Biko di Milano il 27 Ottobre e al Covo Club di Bologna il 28 Ottobre) per presentare il suo progetto più pazzo e forse più ambizioso:
un film, una rilettura in chiave moderna, psichedelica e visionaria di Aladdin, la celebre fiaba de Le Mille E Una Notte.


Il film, già presentato nel nostro Paese al Soundscreen Film Festival di Ravenna, è stato scritto, diretto ed interpretato dallo stesso Adam Green che ne ha, ovviamente, curato anche la colonna sonora, l'album omonimo “Aladdin”.
Nel cast, tra gli altri, spiccano nomi come l'attore Macaulay Culkin, il musicista Devendra Banhart e il pittore Francesco Clemente, quest'ultimo nel ruolo del genio della lampada che esaudisce i desideri stampando oggetti in 3D.
Anche la scenografia è stata creata da Adam: le stanze, gli oggetti, i mobili sono stati tutti realizzati con la cartapesta e dipinti con quei disegni che chi segue Green da un po' conosce bene. (Qualche anno fa fece a Roma anche una mostra dei suoi quadri chiamata Yellow Show).
Guardare il suo film è un po' come guardare il mondo in technicolor attraverso i suoi occhi con “il filtro Adam Green”.


Dopo la proiezione, Adam ha intrattenuto i fan con uno scatenato concerto in cui ha eseguito pezzi tratti dall'album “Aladdin”, come “Fix My Blues” e “Never Lift a Finger”, ma anche vecchi brani, alcuni a richiesta del pubblico, come “Stadium Soul” e “Cigarettes Burns Forever” (tratte dall’album “Minor Love” del 2010), “Morning After Midnight” (da “Sixes & Sevens” del 2008) e la più conosciuta “Dance With Me(“Garfield”,  2002).
Concerto divertentissimo nel quale “l’Aladdin newyorchese” ha ballato nella sua maniera bizzarra, ha più volte cercato contatto col pubblico distribuendo “high five” e buttandosi in svariati crowd surfing, senza mancare di sottolineare la sua passione per l'Italia e per la musica del nostro Paese intonando “Mi Ritorni In Mente” di Lucio Battisti.
Assistere ad un suo concerto è stato come partecipare ad una mega festa in cui la gente cantava, ballava, urlava, rideva, saltava, beveva...non mancava davvero nulla.
Dopo l’esibizione, Adam si è reso nuovamente disponibile per le foto di rito con i fan, autografi, chiacchiere e tanti abbracci.




Se siete curiosi di entrare nel viaggio “Aladdin”, potete guardare il film sottotitolato in italiano sul canale YouTube ufficiale


Per ascoltare la sua musica:

© Giorgia Bandi

 

 
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS