Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Approvo

MEI 2017 - Diodato headliner del Concerto per la Pace, Solidarietà e Diritti @ Piazza del popolo - Faenza

MEI 2017 - Diodato headliner del Concerto per la Pace, Solidarietà e Diritti @ Piazza del popolo - Faenza

Crocevia libero e democratico tra le diverse realtà musicali italiane, focolare d'ispirazione, lente d'ingrandimento sulle emergenze artistiche e comunicative, sede di dibattiti come punto di partenza per il cambiamento.
Sono tanti, davvero tanti i motivi per cui voler bene al MEI - lo storico Meeting delle etichette indipendenti organizzato e diretto da Giordano Sangiorgi - che dal 1995 dà nuova linfa all'industria musicale e al territorio della città di Faenza.

Democraticità, radici rivolte verso l'alto e verso l'esterno, solidarietà sono da sempre alla base dell'evento che, proprio per rimanere fedele alla sua anima, per l'edizione 2017 apporta una importante e felice novità: il Concerto per la Pace, Solidarietà, Diritti e per lo Ius Soli, organizzato per porre l'accento sull'attuale problema dell'integrazione e per rendere omaggio a Papa Francesco, in visita in questi giorni a Bologna.
La manifestazione - che si terrà domenica 1 ottobre in Piazza del Popolo a Faenza a partire dalle ore 16 - avrà come headliner il cantautore pugliese Diodato
E mai scelta poteva essere più azzeccata.


Classe 1981, una partecipazione a Sanremo nel 2014 (con il brano "Babilonia"), un EP e tre dischi alle spalle, Diodato incarna la raffinatezza e il calore di un cantautorato fuori dalle logiche dell'industria più becera che vogliono, ad esempio, duetti tra artisti della stessa etichetta discografica o - peggio - con le macchine da soldi ai primi posti delle classifiche (basti citare le varie collaborazioni con musicisti come Daniele Silvestri, Roy Paci, Boosta, Manuel Agnelli e molti altri).

Incarna l'indipendenza musicale italiana - quella vera dello spirito - libera dalle aspettative del mercato che avrà storto il naso davanti al coraggio nel produrre un secondo disco come "A ritrovar bellezza" (La narcisse, 2014) che non ricalca con degli inediti il successo del primo lavoro, ma sorprende con un omaggio nudo, puro e completo alle canzoni che hanno fatto la storia della musica italiana.
Da anni sostenitore della causa del teatro occupato Angelo Mai di Roma, rappresenta l'attenzione ai diritti e all'uguaglianza per tutti a prescindere da colore della pelle, orientamento sessuale, religione ed estrazione sociale.
Incarna, last but not the least, il successo proprio del MEI che 10 anni fa puntò i riflettori su Diodato donandogli la giusta vetrina per presentare il suo primo EP autoprodotto.

Le parole del cantautore sulla sua partecipazione all'importante evento:
"Sono felice di fare un salto al MEI quest'anno e lo sono ancor di più perché in qualche modo la mia musica sarà legata a un messaggio di uguaglianza, diritti umani e solidarietà.”

Assieme a Diodato saliranno sul palco in Piazza del popolo, Alexian Santino Spinelli Group & Orchestra Europea per la Pace con la partecipazione di Jack Giutar Manzoni Bans & Il Coro Dei Rifugiati, Coro Gospel (Nigeria), Carlo Valente (Premio Amnesty e finalista del premio Tenco come album d’esordio), Elisa Erin Bonomo (Premio Critica) Amarcord (Premio Popolare).

Per maggiori informazioni sull'evento, per la mappa delle location e il programma del MEI, clicca qui.

SITO
Facebook 
Twitter
Instagram
Youtube

(c) Isabella Di Bartolomeo

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS