Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Approvo

Adorazione | Alice Urciuolo

Adorazione | Alice Urciuolo

++++ +

66th and 2nd - che in quanto a ricercatezza grafica e letteraria non si smentisce mai - ha da poco pubblicato un nuovo romanzo italiano.

Si tratta dell’esordio di Alice Urciuolo, già conosciuta per lo splendido lavoro fatto dietro le quinte di Skam Italia, di cui è stata sceneggiatrice insieme a un team di giovani promesse, che per quattro stagioni ci hanno fatto sperare che fosse possibile raccontare la Generazione Z senza inutili cliché e moralismi da boomer, raggiungendo ampio consenso di pubblico e critica.

Urciuolo ha ventisei anni e un’idea molto precisa di cosa sono per lei le storie: partono dal basso, si compongono di tanti volti, e ognuno di questi è un infinito di sfaccettature possibili. 

«Si è sempre la provincia di qualcun altro.»

Le storie di "Adorazione" partono da Pontinia, in provincia di Latina, una città fondata in epoca fascista e che del fascismo ancora mostra gli strascichi, nelle scritte sui muri che inneggiano al Duce e nei pensieri dei giovani cresciuti tra architetture povere e noie quotidiane. Qui un gruppo di ragazzini si appresta ad affrontare l’inizio dell’estate dopo aver fatto i conti con una perdita sconvolgente, quella di Elena, uccisa dal proprio fidanzato pochi mesi prima. Ognuno dei ragazzi coinvolti si confronta in modo diverso con questo evento così traumatico, ma ognuno si trova a dover pensare alla morte e alla violenza, alle relazioni umane e ai rischi che comportano.

In questo racconto corale tutto ricade sulle spalle di questi adolescenti, Diana, Vera, Giorgio, Vanessa, Christian, e sulla loro personalità: si costruisce per sguardi, espressioni, cose non dette, un panorama di insicurezze che li portano ad inciampare nelle prime esperienze, gli amori, il sesso, le invidie e i tradimenti. Persino il rapporto con i genitori pare affrontato con gli occhi stretti e i pugni chiusi, coscienti del pericolo che crescere comporta.
Il corpo è strumento e dannazione, accessorio mutevole, indispensabile e impossibile da nascondere.

Lo stile che Urciuolo usa per raccontare i suoi personaggi è semplice ed estremamente efficace: descrizioni e dialoghi si compensano bene e le pagine scorrono con facilità; la narrazione è “visiva”, e qui si nota la predisposizione dell’autrice per gli schermi. Nella speranza di vedere presto un adattamento di questo libro vi consiglio di recuperarlo se vi piacciono i romanzi di formazione e se siete alla ricerca di una storia che sia ben ancorata alla nostra realtà.

 

 

Autrice: Alice Urciuolo
Titolo: Adorazione
Casa editrice: 66th and 2nd
Pagine: 337
Prezzo: 18 euro

 

© Christina Bassi

 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS