Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Approvo

Il trattamento Ridarelli | Roddy Doyle

Il trattamento Ridarelli | Roddy Doyle

+++++

“Il trattamento Ridarelli” scritto da Roddy Doyle e edito da Salani, è fra i libri più geniali che io abbia mai letto.
Un volume illustrato che non è propriamente un libro, ma un’accozzaglia apparentemente casuale in realtà studiatissima di capitoli dai nomi strani, vicende ancor più strane e personaggi pittoreschi ai quali vi affezionerete immediatamente.
Ma andiamo per ordine. Che cos’è il trattamento Ridarelli? Non esiste un modo più carino per dirlo quindi lo dirò esattamente per ciò che è: avete mai pestato una cacca per strada? E avete mai fatto caso se questo sia casualmente successo subito dopo aver sgridato un bambino o avergli fatto un qualche tipo di dispetto? No? Bene, posso dirvi che tutto questo non era poi così casuale.
“Il trattamento Ridarelli” è esattamente questo e, nello specifico, i Ridarelli, i piccoli esserini pelosetti panciutini e dotati di gran senso dell’umorismo che lo attuano, fanno questo lavoro dall’inizio dei tempi: vendicano i bambini a suon di pestate di cacca.
Tuttavia questo non è un libro sulla cacca, nonostante quest’ultima sia nominata molto spesso, e soprattutto non è unicamente un libro per bambini, ridurlo solo a questo sarebbe ingiusto.

È un libro sui legami, sui giudizi frettolosi, sull’amore incondizionato, sull’unicità, sul cambiare idea o sul non farlo affatto e sulla fiducia.

Leggero, geniale, di una comicità dissacrante “Il trattamento Ridarelli” vi farà rivalutare il concetto stesso di “libro”, pieno di chicche geniali come ad esempio il nome della moglie del signor Mack (il pestante della cacca, per intenderci) Billie Jean Fleetwood-Mack, già solo per questo personalmente ho davvero voluto bene all’autore.

Ma quello che davvero è incredibile è come Roddy Doyle sia stato in grado di intessere un intero libro di 108 pagine su di un evento che non avrebbe richiesto più di un paio di righe per essere spiegato in modo molto chiaro, e tutto ciò senza sfociare mai nel noioso o nel banale.

Le illustrazioni di Brian Ajhar sono incredibili, realizzate in bianco e nero non fanno altro impreziosire e completare una storia che già di per sé sarebbe stata forte, attribuendogli quell’ulteriore tratto di tenerezza che vi conquisterà definitivamente.
Insomma, un libro che ho amato dalla prima all’ultima pagina nonostante mi abbia lasciato un paio di domande tra cui: E se i cani sapessero parlare? E se ai gabbiani facesse schifo il pesce? Ma soprattutto fino a che punto può essere noioso un cracker?
Per la risposta a queste e ad altre domande non resta che iniziare a leggere. 


Autore: Roddy Doyle
Illustrazioni: Brian Ajhar
Titolo: Il trattamento Ridarelli
Editore: Salani Editore
Anno di pubblicazione: Prima edizione febbraio 2001
Prezzo di copertina: 10,00 €
Pagine:  108 
Compra su Amazon
Compra sul sito dell'editore

  © Nadia Caruso

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS