Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Approvo

PET – L’amore che non volevo | Shockdom

PET – L’amore che non volevo | Shockdom

+++ ++

Una delle più grandi piaghe di questo mondo sono i cosiddetti “amori tossici”. 
Gli “amori tossici” sono relazioni sbagliate che, indifferentemente dall’età in cui capitano, finiscono per rovinarti la vita e, nel migliore dei casi, ti insegnano a volerti un po’ più bene e a non ripetere gli stessi errori.

Credo che, bene o male, ci siamo passati quasi tutti. 

Sono quegli amori travestiti da incredibili avventure con un pizzico di mistero, fatti proprio come sembra essere fatto Daniele, il protagonista maschile di “PET - L’amore che non volevo”, il graphic novel scritto da Angelo Toso e disegnato da Nicole NIM Ballini.


Daniele e Arianna si incontrano proprio mentre lei sta rompendo con il suo ragazzo e cerca disperatamente quell’appiglio che la aiuti a fuggire lontano e ad essere felice di nuovo. È in un momento come questo, di estrema fragilità e vulnerabilità, in cui è ancora più difficile rendersi conto che chi si ha davanti non è quello che sembra.

È così che inizia la storia tormentata di Arianna, un’adolescente fragile che inizia la sua personale scalata per diventare un’adulta più forte e consapevole.

PET - L’amore che non volevo” ha una buona struttura narrativa, forse alcune parti si potevano evitare (per esempio l’aspetto esoterico l’ho trovato un po’ fuori luogo) ma nel complesso l’impalcatura regge.


I colori sgargianti della storia si alternano a una sorta di bianco nero essenziale dei flashback, lasciando trasparire il disagio che trasuda dai ricordi peggiori di Arianna.
Una storia da far leggere agli adolescenti, ma non solo, affinché spicchi chiaro e forte il messaggio che ancora oggi purtroppo non si può dare per scontato.
Dove c’è violenza, non c’è amore. Chi ti ama, non ti picchia e non ti fa violenza psicologica.

Perché la violenza, come ci ricordano le vignette di PET, non è soltanto una questione fisica ma ha innumerevoli forme e striscia anche sotto forma di parole affilate come coltelli.

E sì, ci vuole tanta forza per uscire da queste situazioni e a capire che quella che sembra una nostra mancanza in realtà è una frittata rigirata da un qualcuno che dice di amarci e invece ci manipola e ci fa del male.

Copertina flessibile: 144 pagine
Editore: Shockdom (12 marzo 2020)
Lingua: Italiano
Compra su Amazon
Compra sul sito dell'editore

© Giulia Cristofori

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS