Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Approvo

Stella di Mare | Bao Publishing

"Stella di mare" di Giulio Macaione
Stella di Mare | Bao Publishing

++++ +

Sappiamo tutti che it’s the most wonderful time of the year. Ma sappiamo anche che le stagioni, come le illustrazioni, sono una questione di gusti e su CrunchEd di insaziabile ricerca e libero arbitrio gustativo ce ne intendiamo alquanto. Dunque sappiamo bene che tra un albero addobbato e un pandoro aperto prematuramente ci sono alcuni tra noi che sognano e vagheggiano con nostalgia i mesi più assolati, con i loro gelati, i vestiti leggeri e le fughe al mare.

Quello che vi offriamo è il perfetto passpartout per tornare a quei lidi: "Stella di mare", di Giulio Macaione, edito da Bao Publishing.
Nel mare di Cefalù e nei suoi vicoli e scorci riconoscibili potrete ritrovare l’estate perfetta da immaginare o ricordare, con la sua lentezza indolente a tratti asfissiante e i temporali improvvisi e misteriosi come gli eventi che accompagnano.


Seguiamo la vicenda attraverso gli occhi di Stefano e con lui aspettiamo, la fine dell’estate o una risposta definitiva alle domande senza risposta che si presentano e si sottraggono allo sguardo del lettore, spezzando le raffigurazioni silenti e accurate di un tempo che sembra non voler mai passare.

E non sarà la volontà di scoprire il finale a guidare la lettura bensì il rapimento suscitato dal senso di immobilità di questa estate siciliana. La tentazione di tornare indietro e lasciarsi galleggiare tra le pagine prima di arrivare alla fine è moto forte e suggeriamo di assecondarla senza opporre alcuna resistenza.


La scelta dei colori si abbina e esalta sensibilmente la sensazione di questa estate eterna. L’ocra e il grigio si contrappongono, dandosi e togliendosi spazio nella tavola a seconda del momento della giornata, seguendo i cambiamenti di luce di un cielo a tratti luminoso e familiare, a tratti opprimente e afoso. Lo stesso grigio intensificato e con la giusta nota blu compone il mare e la notte, delineando quasi una continuità tra abisso e nuvole, fatti della stessa umidità e di un segreto condiviso.


Il disegno riesce invece a smorzare questa abbondanza di impulsi visivi con uno stile più essenziale e pulito, creando in molti passaggi un’atmosfera affine ai manga. Questo contrasto consente ai personaggi di emergere dalle tavole con molta immediatezza e è in perfetto accordo con la componente fantastica della storia.

Se sentite il richiamo del mare anche nel più freddo lunedì mattina non dovreste lasciar scorrere via questa storia estiva. Oltre all’amore e al mistero è invasa da quella luce estiva ammaliante che vi trasporterà in spiagge siciliane che non avete mai visitato. E vi verrà voglia di vederle, guidati dalla suggestione di queste pagine.


© Ombretta Blasucci 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS