Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Approvo

Monolith - Primo Tempo

Monolith - Primo Tempo

+++++ 

“Monolith” è un progetto che vede la luce dopo molti anni.
Nasce come idea unicamente cinematografica dalla mente di Roberto Recchioni (Dylan Dog) e dopo varie peripezie ci troviamo, invece, con un fumetto edito dalla Sergio Bonelli Editore e un futuro film (Sky Cinema e Lock & Valentine) presentato in anteprima mondiale al Horror Channel FrightFest di Londra.
Concesso in esclusiva al Lucca Comics & Games e in uscita solo a gennaio 2017, il primo volume di “Monolith” a prima vista è un vero e proprio orgasmo visivo.
Ai testi la penna di Recchioni e Mauro Uzzeo (Orfani), mentre ai disegni troviamo dei piccoli capolavori firmati Lorenzo LRNZ Ceccotti.

Monolith è un’automobile progettata per essere impenetrabile. L’automobile più sicura del mondo che si trasforma da rifugio e protezione a vero e proprio incubo per Sandra, una mamma distratta, e il suo figlioletto David.
LRNZ dipinge volti in grado di parlare e progetta l’auto nel minimo dettaglio con un livello di realtà che fa spavento.
Sfogliando velocemente le pagine della graphic novel si nota la caratteristica principale di questo incredibile artista: la poliedricità dello stile e il dinamismo che riesce a dare ad ogni tratto. Dalle immagini estremamente reali si passa a sezioni prettamente fumettistiche realizzate utilizzando solo tre colori: giallo, bianco e nero.
I colori prevalenti sono scuri e tetri a rimarcare il costante stato d’angoscia che avvolge il lettore in modo sempre più intenso man mano che ci si avvicina all’ultima pagina.

Dopo una prima lettura non nego di essere rimasta perplessa. Ho pensato che ci fossero molti aspetti che mi ricordavano “Christine - La macchina infernale” di Stephen King e che quindi nessuno si fosse inventato nulla di nuovo.
Poi ho ripreso il volume in mano, l’ho sfogliato da capo e mi sono ricreduta perché nonostante sapessi già il finale (che non è un finale, trattandosi solo del primo capitolo) lo stato d’angoscia che mi ha accompagnato alla prima lettura è rimasto anche alla seconda.
“Monolith” è un fumetto che si potrebbe definire un thriller dai tratti onirici, un genere totalmente nuovo e non classificato. Un fumetto che è anche un film che spazia dalle atmosfere di Kubrick (penso che ci sia un vero e proprio omaggio al monolite di “Odissea Nello Spazio” chiuso nel titolo del lavoro di Recchioni) alle tinte oniriche e claustrofobiche di David Lynch.

Vi auguro quindi un buon viaggio sulla Monolith, al sicuro.
Sarete solo voi, il deserto e le portiere chiuse.

Titolo: Monolith - Primo Tempo
Autori: Roberto Recchioni, Mauro Uzzeo, Lorenzo LRNZ Ceccotti
Casa Editrice: Sergio Bonelli Editori
Pagine: 96 pp., carta lucida, cartonato
Genere: Thriller
Uscita: Gennaio 2017

© Giulia Cristofori

 

 
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS