Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Approvo

Il Piano Inclinato | Matteo Di Pascale

Il Piano Inclinato | Matteo Di Pascale

++++ +

Francesco vive ad Amsterdam. È uno dei tanti expat, italiani fuggiti all'estero per ambizione, curiosità, speranza. Ha lasciato tutto: casa, famiglia, fidanzata; sono passati sei anni e ancora si sente incompleto, trascinato da questa città lenta di giorno, veloce di notte. Ha tanti amici ma forse non ne ha nessuno: le amicizie locali sono fredde, forzate, sleali. È pieno di donne, ora, ma in realtà non ne ha nessuna: qualcuna è impegnata, molte sono il capriccio di una notte, alcune cerca di afferrarle ma gli sfuggono, altre cercano di afferrare lui, inutilmente.

Sembra sempre esserci un'opportunità migliore dietro l'angolo ed è così che passa da una relazione all'altra, da un locale all'altro, tra alcool, sesso e droga, di notte, e abiti lindi, stanze ordinate e linguaggio formale quando la luce del sole illumina i canali.

Si sente diverso, diverso da tutto: dai colleghi stranieri, troppo freddi o troppo irruenti; dai conterranei, troppo nostalgici, troppo italiani. Come molti emigrati vorrebbe tornare a casa ma casa non offre nulla, ma è anche consapevole che non è l'Eldorado che dipinge ai parenti; anche se i soldi non mancano, a mancare è altro: manca ispirazione, sincerità, coinvolgimento, voglia di costruire, possibilità di fermarsi.

È come stare su un piano inclinato, sottoposto ad un'accelerazione costante. La vita è un susseguirsi di opportunità che svaniscono rapidamente, la sensazione di un attimo, la luce su un canale che cambia il colore dell'acqua e ciò che sembra cristallino si rivela torbido, ciò che brilla è un coccio di vetro che taglia.

E Francesco ne è al contempo vittima e carnefice, più incline di quanto non creda a diventare ingranaggio di questa macchina spinta in folle corsa: resta deluso dai rapporti fatui, aspira alla stabilità ma non è in grado di mantenerla; tradisce e viene tradito, respinge e viene respinto, ne percepiamo la frustrazione ma non è in grado di salvarsi.
Non tornerà a casa, anche se pensa di volerlo, non resterà ad Amsterdam anche se cerca di legarvisi, riuscirà forse a ritrovare casa quando avrà fatto pace con se stesso.

Ma queste sono solo riflessioni di un lettore, non avremo risposta, ma ognuno di noi si troverà a riflettere su cosa rappresenti "casa" nel proprio cuore, se la risposta sia la pace o il caos, la meta o il viaggio.

© Erika Casciello


Titolo: Il Piano Inclinato
Autore: Matteo Di Pascale
Editore: Las Vegas Edizioni
Collana: I Jackpot 38
Genere: Romanzo
Uscita: Marzo 2019
Pagine: 262

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS