Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Approvo

Né con speranza né con timore | Annabit

Né con speranza né con timore | Annabit

++ +++

Lo ammetto, ho un debole per le voci femminili; forse è per questo motivo che “Né con Speranza, né con Timore” primo album di Annabit, all’anagrafe Anna Dalla Bona, ha catturato la mia attenzione.

Le dieci tracce che compongono l’album sono pervase da una sorta di paranoia ipnotica incredibilmente piacevole, che a volte ricorda le sonorità della scena electro nord-europea.

Vengono affrontati temi quotidiani come la precarietà ("Cercasi Giovane Brillante"), e i dilemmi dell’ universo femminile ("Foglie", "Bipolare Femminile") in maniera molto intima. Ma questa, in un momento in cui il mercato è abbastanza saturo, si rivela un arma a doppio taglio: perché, se da un lato è ammirevole la scelta di non ricercare la hit immediata, il ritornello facile, dall’altro la mancanza di un brano trainante penalizza molto una produzione del genere. I testi, che meriterebbero un lavoro di affinamento (ma parliamo sempre di un esordio), uniti all’uso di basi un po’ troppo statiche, hanno l’effetto di appiattire un lavoro ben confezionato.

Annabit durante tutto il disco sussurra i suoi versi in maniera deliziosa, con una voce gentile ed educata, ed il problema è tutto qui: la nostra Anna sussurra anche quando potrebbe graffiare, colorare con la voce gli ambienti claustrofobici che caratterizzano il disco. Forse è mancato un po’ di coraggio, si è cercato di essere, oltremodo, stilisticamente precisi, penalizzando le vibrazioni di cui si nutre chi ascolta. Quando si è azzardato un po’, il risultato è stato decisamente piacevole con “Nuvole di Cemento Armato”, forse l’unico brano in cui musica e parole viaggiano coerentemente, e “Quello che intendevo dire” unica traccia che si discosta un po’ e fa l’occhiolino al pop.

In definitiva siamo di fronte ad un esordio con diverse ombre, ma anche con buoni spunti da approfondire, magari con una produzione più complessa e articolata.

Must listen: “Nuvole di Cemento Armato”, “Quello che intendevo dire”.

© Luca Cameli


Né con speranza né con timore
| Annabit

Etichetta: 921900 Records DK
Genere: Elettropop
Uscita: 28 agosto 2018
Tracce: 10

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS