Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Approvo

Immaginari - Seconda Parte | Canarie

Immaginari - Seconda Parte | Canarie

Immaginari - Seconda Parte, il nuovo disco della band Canarie
Otto nuove tracce a completare il caldo universo pop tra cambi di stagioni e stati interiori

di Chiara Bianchi

+++++

Della prima parte di Immaginari ne avevamo parlato già qui. In attesa della seconda, e conclusiva, parte sono passate due stagioni attraversate dall’anticipazione di due singoli, Scirocco e Cannibali

Le stagioni che passano è un po' il mood di queste otto tracce. Continuano a interessare i testi le relazioni sentimentali, gli attimi di felicità conditi di inquietudini e solitudini quotidiane. Chiudono, dunque, il viaggio interiore nei diversi stati d’animo umani. 

Traendo spunto dalle esperienze personali e da diversi immaginari letterari e cinematografici, a cui si affida il disco, assistiamo alla scomposizione del vissuto di un intero universo pop, calibrato nella penna e sperimentale nella forma musicale, nel tentativo riuscitissimo di riproporre, in maniera originale, una mistura di sonorità provenienti da epoche lontane. 

Si parte con Cocco, una ballata acustica ambientata sotto la luna di Ferragosto, un fermo immagine sull’illusorietà di quegli amori estivi vibranti ma naufraganti con l’arrivo dell’alba. Segue Scirocco che ha il compito di immobilizzare gli animi, proprio come il vento di Scirocco fa, tenendoci appiccicati, incollati nell’inerzia.  Un ballo da camera che, oltre a dichiarare un interesse particolare per la musica africana, ci conduce verso territori più interiori, verso le relazioni umane e quelle degli immaginari notturni, dei sogni. Con Fulmini si parla di ragnatela psicologica nella quale una relazione abitudinaria può finire e dalla quale non si riesce a sfuggire. Anche la costruzione musicale permette di vivere questo senso di inquietudine. 

Non è mai semplice fare amicizia con le stagioni ci racconta di quanto sia difficile trovare un equilibrio tra quello che si desidera e quello che si ha. Strumentalmente un pattern di batteria-basso serrato sul quale si susseguono quadri di vita, ricorda le sonorità di Battiato, con finale orchestrale. In Piccola sinfonia autunnale, piccola ballata per chitarra acustica e orchestra, si articolano domande che spingono a parlare con i nostri fantasmi, a mettere in luce le relazioni di coppia alla ricerca di un’accordatura tra le due parti, probabilmente, impossibile da ottenere. Con Cannibali si cambia registro sonoro, la voce di Paola si muove tra chitarre elettriche graffianti che portano con sé un’influenza di ritmi africani, con un finale esplosivo, dalle tinte heavy. Il cannibalismo come estremo atto d’amore. 

Cicale d’inverno parla della musica, della professione di musicista e di quante siano le avversità che tale scelta comporta. Puramente pop. 

Il brano conclusivo di Immaginari, I ghiacciai non si sciolgono di notte, è una conversazione immaginaria tra due esseri immateriali per darsi occasione di dirsi il non detto e cercare un abbraccio perduto.  Al ritmo di un nostalgico valzer piano, batteria con delay e arpeggiatore, fanno da tappeto sonoro alla strofa che si allarga nel ritornello, fino al momento dell’addio.  

Un disco variegato come è la vita che Canarie vuol descrivere. 

L’album, interamente scritto e prodotto da Paola Mirabella e Andrea Pulcini, è stato arricchito dal contributo di Emanuele Triglia (Davide Shorty, Ainè) al basso e Francesco Aprili (Giorgio Poi) alla batteria. Parte del materiale di IMMAGINARI è stato registrato al Jedi Sound Studio di Roma da Jesse Germanò che ha curato anche il mix del disco. Il mastering è di Andrea Suriani a cui è stato anche affidato il mix di due brani.

La copertina del disco è nuovamente opera della magia di Gianluigi Toccafondo


Ti è piaciuto questo articolo? Dacci una mano! Il tuo aiuto ci consente di mantenere le spese di questa piattaforma e continuare a diffondere l'arte.
L'associazione si sostiene senza pubblicità ma soltanto con le tessere associative e l'impegno dei soci.
I Link verso i canali di vendita sono inseriti al solo scopo di agevolare gli utenti all'acquisto.
Sottoscrivi la tessera associativa con una piccola donazione su PAYPAL
Oppure puoi offrirci un caffè.

 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS