Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Approvo

Arancioni Meccanici – Italo Disco

Arancioni Meccanici – Italo Disco

+++ ++

Arancioni Meccanici – Italo Disco

A distanza di otto anni dal precedente album, “Nero”, autoprodotto dalla band, gli Arancioni Meccanici si preparano a tornare con un nuovo album che vi presenteremo in ascolto esclusivo.

Dopo “Zombie Jungle” e “Disco d'Argento”, gli Arancioni Meccanici tornano con un nuovo singolo per lanciare il loro prossimo album.

Italo Disco”, questo il titolo, è un pezzo pervaso da un’atmosfera claustrofobica, sostenuta da una ritmica serrata, che mostra diversi punti di contatto con la scena new-wave italiana degli anni ottanta ma con una propensione ad un pop malinconico che sembra essere il marchio di fabbrica di questo nuovo corso della band.

Il brano è una disamina amara e disillusa della situazione attuale del nostro paese che sembra essere raffigurata come un microcosmo racchiuso in una sala da ballo decadente, colma di apparenze e promesse che non vengono mantenute. La band milanese, composta da Gianfranco Fresi (voce), Massimo di Marco (chitarre), Stefano Penolazzi (basso) e Andrea Mottadelli (chitarre, percussioni,tastiere, synth, programmazione), si forma nel 2005, e nel 2008 pubblica l'omonimo album d'esordio, seguito, nel 2013, da “Nero”.

Ora il gruppo sta ultimando i lavori del loro terzo album che sarà pubblicato dall'etichetta Discipline.

Download esclusivo. 

Preascolto esclusivo: Italo Disco
Crediti Testo e musica: Arancioni Meccanici
Prodotto da Arancioni Meccanici
Registrato a: Frequenze Studio da Matteo Agosti, Flat 6 da Andrea Mottadelli, Monnalisa Studio da Federico Carillo
Mixato e masterizzato da Matteo Agosti
Artwork: fab-lab.biz

© Luca Cameli


Ti è piaciuto questo articolo? Dacci una mano! Il tuo aiuto ci consente di mantenere le spese di questa piattaforma e continuare a diffondere l'arte. Sottoscrivi la tessera associativa con una piccola donazione su PAYPAL

 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS