Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Approvo

Come Leoni | Brian Panowich

Come Leoni | Brian Panowich

+++++ Merita tutti i morsi che posso dare.

Appena ho visto un nuovo romanzo di Panowich tra le novità disponibili mi sono lanciata in picchiata come un rapace su un topo: doveva essere mio, nonostante la paura di rimanere delusa abbia trattenuto più volte la mia mano nel momento fatale; ha vinto la curiosità e la speranza sulla superstizione riguardo i, per lo più deludenti, sequel. 
Sequel, sì, perché pur rimanendo una trama indipendente dal predecessore Bull Mountain, aggiunge un nuovo tassello a quella che pare l'interminabile saga dei Burroughs.

Ritroviamo lo sceriffo Clayton Burroughs, convalescente dopo lo scontro col federale Simon Holly, con cui si chiudevano le pagine di Bull Mountain.
Lo conosciamo più fragile, però, stanco, ferito nel corpo e nell'animo, assediato dai fantasmi del proprio passato, alimentati dall'aver messo al mondo un nuovo membro del proprio clan e dall'aver ereditato dal fratello e dal padre il controllo del territorio e dei traffici illegali che lo caratterizzano. 

Ritroviamo soprattutto Kate, sua moglie, più agguerrita e grintosa che mai, pronta a lottare per l'amore che la lega a filo doppio a suoi due uomini dal cognome così ingombrante.

Panowich è tutto azione, anche in questo romanzo mozzafiato: muove i propri personaggi e si districa nella trama con l'abilità di un regista.
Pochi sentimentalismi e tanto sangue, in un ambientazione rude e spietata. Ma, per non confonderlo con un banale ammazzatutti, basta soffiare appena sulla polvere.

Quando è in gioco il potere, grosse somme di denaro e il dominio del territorio, è necessario fare leva sugli istinti primordiali, tornare animali, diventare branco e rispondere alle sue leggi.
Ecco che, pur in un mondo ubriaco di testosterone e droga, se a farla da padrone  sono gli istinti più profondi, le femmine dettano le regole.
E, attenzione: non c'è nulla di delicato in loro. Proprio come in un branco di leoni, sono le leonesse quelle disposte ad uccidere per difendere la propria stirpe. 

A muovere i fili sono i legami di sangue, che tutto controllano, che tutto decidono; è la famiglia, nel suo essere nido e covo di serpi, rifugio e gabbia, sogno ed incubo, la famiglia che scegli, quella che ti viene assegnata e quella che ti segue ovunque, come una maledizione.

Un romanzo "Per chi si ostina a dare al prossimo l'occasione di sorprenderlo e per chi ha trovato un rifugio in un pensiero di riscatto ed è riuscito a vincere la paura".
Questo è per voi, ma anche per molti altri.

Titolo: Come Leoni
Autore: Brian Panowich
Edizioni: NN Editore
Genere: Romanzo
Collezione: La Stagione
Uscita: Febbraio 2018
Pagine: 267

 

 

© Erika Casciello

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS