Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Approvo

Stelle o Sparo | Nova | Bao Publishing

Stelle o Sparo | Nova | Bao Publishing

++++ +

Io e Nova abbiamo più o meno la stessa età. Siamo vittime consapevoli degli anni '90, di quando tutto era figo e c'era Bim Bum Bam e i Nirvana e adesso invece non ci è rimasto più niente.
"Stelle o sparo" è il suo primo libro, nonostante Nova si sia fatta la pelle fra centri sociali e autopubblicazioni e abbia sul groppone numerose collaborazioni fra cui quella con Tinals.
Dicevo, "Stelle o sparo", edito da Bao Publishing, è una vera e propria mazzata sui denti. 

Il suo stile è minimal, sghembo, essenziale ma ugualmente ricco di dettagli, anzi spesso quel suo tratto frettoloso i dettagli li fa risaltare. 

C'è chi l'ha definita la versione femminile di Zerocalcare e forse è un'idea che, a primo impatto, mi sono fatta anche io. Idea svanita dopo una manciata di pagine, perché ho capito che c'era molto di più. Un universo estremamente personale, una chiave di lettura completamente nuova del "dramma dei trentenni" e non solo.

Ed e Stella sono amiche da una vita. Stella è affogata nelle paranoie ed Ed che, trasferitasi all'estero, la convince a fare un viaggio su un'isola sperduta e per niente turistica alla scoperta degli abitanti locali e delle loro storie al fine di ritrovarsi. 
Le due amiche affronteranno il viaggio come due pirati alla ricerca di un tesoro, tesoro che troveranno in Cosmo, un ragazzino orfano e molto particolare oltre che scontroso.
 Sarà grazie a Cosmo che Stella ritroverà la sua strada. Sembra quasi una frase che fa ridere se la leggi fuori contesto, eppure è così.

Il linguaggio di Nova è sfacciato e a tratti pieno di poesia. I cieli stellati, i mostri interiori che si stagliano su quei fondali di inchiostro nero, i volti abbozzati e le paure sventrate.

L'abbiamo incontrata ad ARF2018 Nova. Se ne stava lì come un'iguana nella teca di vetro all'una di pomeriggio in quel capannone dove l'effetto serra aveva raggiunto ormai livelli spaventosi.
 Abbiamo sfogliato il libro e ci è piaciuto a pelle, allora le abbiamo regalato una spilletta di CrunchED che contiene soltanto il marchio "ED". Sembrava quasi destino che la protagonista del libro si chiamasse proprio Ed. Congiunzioni astrali? Sempre di stelle si parla a quanto pare. 
Fatto sta che abbiamo comprato "Stelle o sparo" a scatola chiusa e si è rivelato sicuramente il miglior acquisto dell'anno.

Non è facile empatizzare coi fumetti, è molto più semplice farlo con i film o le serie tv, ma con lei è stato quasi inevitabile.
Da "Stelle o sparo" non si esce indenni o intoccati, questo è giusto che lo sappiate prima di intraprendere il vostro viaggio, miei cari pirati.

Bello bello bello.

 

 

 

 

 

 

 


© Giulia Cristofori

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS