Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Approvo

Nottetempo - Luca Russo

Nottetempo - Luca Russo

+++++

Qualche tempo fa ho preso fra le mani “Nottetempo”, la nuova graphic novel di Luca Russo, già autore Tunué con "(In)certe stanze", "Guardami più forte" edita da Tunué.

Mi sono ricordata di quando, all’ultima edizione di ARF2017!, abbiamo avuto l’occasione di scambiare qualche parola con l’autore e di come sono rimasta incredibilmente rapita dal suo modo di descrivere la carta su cui stava facendo un piccolo acquerello da regalarci.
Nella sua spiegazione si alternavano entusiasmo e passione, quella passione che solo un artista vero riesce a far scaturire da poche parole miste a pennellate delicate di acquerello.
Nottetempo” è innanzitutto, a primo impatto visivo, una raccolta di veri e propri quadri. Quasi non ci si crede ma le illustrazioni sono state realizzate interamente in digitale riproducendo la tecnica della pennellata ruvida e pastosa a olio. 

Di cosa parla questa graphic novel?
Di arte. Di amore. Di perdita.
Tre elementi che diventano uno solo.

Il protagonista è Alberto, un compositore che non riesce ad accettare la perdita della moglie Giulia che rappresentava anche la sua musa e fonte d’ispirazione.

Nottetempo” è un viaggio nel dolore e nella disperazione di un artista che ha sposato l’arte, incarnata in una donna, e poi l’ha persa senza riuscire a ritrovare la forza di andare avanti.
È quel senso di incompletezza che si ha davanti a uno spartito bianco, congelati dall’incapacità di riempirlo in nessun modo.

Da ogni vignetta trasuda sofferenza a condire una passeggiata solitaria tra le vie di una malinconica Venezia deserta.
La vena onirica della storia condurrà il protagonista in luoghi in bilico fra incubo e realtà, fra ricordo e presenza.
Dalle stanze vuote di un museo a boschi pieni di ombre inquietanti, il percorso di Alberto è sempre accompagnato dalla figura onnipresente di una donna che è sia Giulia che l’arte stessa e che puntualmente lo lascia solo ai suoi tormenti. 

Così Alberto si trova a darsi una notte di tempo per fare i conti con la sua paura più grande, ma soprattutto con se stesso
Una storia profonda che lascia in bocca la tristezza della perdita di se stessi, scaturita dalla perdita della persona amata.

Nottetempo
Copertina rigida: 114 pagine
Editore: Tunué (7 settembre 2017)
Collana: Prospero's books. Extra
Lingua: Italiano
Compra su: Amazon

© Giulia Cristofori

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS