Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

L'uso del sito costituisce accettazione implicità dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Approvo

Mini Recensioni Musica - Novembre

Mini Recensioni Musica - Novembre

Colapesce - Infedele
+++++

A due anni di distanza dal precedente “Egomostro” (2015), il cantautore siciliano Colapesce, all’anagrafe Lorenzo Urciullo, torna sulle scene con “Infedele”, terzo album della sua carriera solista.

Fin dal primo ascolto si percepisce quanto questo lavoro sia personale, a tratti intimo. Già dal titolo si intuisce la volontà dell’autore di dichiararsi fuori da certi schemi, la voglia di restare fuori dalle etichette di un certo panorama musicale che sembra dover catalogare tutto in comparti a tenuta stagna.
Peccato che la realtà è un po’ diversa; “Infedele” è un bel disco, ma di nuovo c’è davvero poco. Non che si debba necessariamente cercare la novità a tutti i costi, sia chiaro, ma il risultato finale è ben diverso dalle intenzioni dichiarate. Fatta eccezione per qualche guizzo, i testi per quanto ben scritti, sono un susseguirsi di frasi sussurrate in maniera un po’ noiosa e i pezzi spesso danno l’impressione di essere un compromesso un po’ troppo comodo…

La vera svolta di questo album è nel sound, e qui la collaborazione con IoSonoUnCane (uno dei pochissimi artisti italiani della nuova generazione che si è distinto negli ultimi anni) è determinante; messe in secondo piano le chitarre, il suono dell’album è decisamente più complesso ed articolato rispetto ad “Egomostro”.
Insomma ci troviamo al cospetto di un lavoro raffinato, ben confezionato, che però ti lascia un po’ l’amaro in bocca, perché come tanti album italiani degli ultimi anni sembra soffrire della sindrome “vorrei, ma non posso”.
Peccato, perché le qualità di Colapesce sono indiscutibili, ma, neanche in questa occasione, riesce ad elevarsi rispetto a colleghi decisamente meno dotati di lui. Stavolta mancava davvero poco per realizzare un album Totale.

Brano migliore: Totale


Audio CD (27 ottobre 2017)
Numero di dischi: 1
Formato: CD
Etichetta: 42 Records
Compra su: Amazon

© Luca Cameli


Beck - Colors
+++++

Beck è uno dei king assoluti della musica mondiale, uno di quelli che può fare quello che vuole e quando vuole, che può surfare fra i generi e riuscire a tirare fuori ogni volta un album a dir poco esplosivo.
Questo discorso vale anche per il suo nuovo album “Colors”, pubblicato il 13 ottobre per Capitol Records. Il tredicesimo album di studio pubblicato il 13 ottobre, geniale no?

Colors è un disco freschissimo, super pop, super divertente e ben strutturato: niente è lasciato al caso e a ben vederlo ogni canzone potrebbe essere un singolo di lancio o di promozione. Si deve essere divertito il signor Beck, quel geniaccio roscio che ha tirato fuori dal cilindro un’esplosione pop di colori intensissimi, un Pollock fatto di note, una colo run irrefrenabile, una festa durante la quale tutti si tirano addosso palloncini ripieni di vernici fosforescenti. Se mentre lo ascoltate il mondo diventa decisamente più acceso, allora state elaborando correttamente quello che Beck ha creato per noi tutti: un disco fatto di puro intrattenimento leggero ma con tanti bellissimi strati che lo compongono.

Brano migliore: Up All Night


Audio CD (13 ottobre 2017)
Numero di dischi: 1
Formato: CD
Etichetta: Capitol
Edizioni in stampaVinile
Compra su: Amazon

© Fiorella Vacirca


Stella Maris e Umberto Maria Giardini - Stella Maris
+++++

Umberto Maria Giardini cambia pelle meglio di un serpente e dopo Moltheni (non chiamatelo così o potrebbe odiarvi) ha ripreso possesso del suo nome. E dopo aver ripreso il suo nome? Beh, si affianca agli Stella Maris e crea un nuovo progetto di cantautorato italiano ad altissimo potenziale. Il loro primo album “Stella Maris” è un concentrato di testi immediati ed esplosivi, emotività a secchiate e tantissima, tantissima, tantissima tensione da sciogliere.
Umberto Maria Giardini è un maestro nell’arte della scrittura di canzoni, questo ennesimo progetto verrà capito da chi ha ancora la pazienza per assaporare un album lentamente, senza pensare. “Stella Maris”, con la voce di Umberto Maria Giardini che è un polmone a se stante, è un album teso come un nervo bloccato che, canzone dopo dopo canzone, si scalda lentamente e finalmente torna a non fare più male. Fino al prossimo ascolto.

Brano migliore: Non importa quando



Audio CD (24 novembre 2017)
Numero di dischi: 1
Etichetta: La Tempesta Dischi
Compra su: Amazon

© Fiorella Vacirca

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS